Ricetta per costruire un fossato senza castello

» 28 novembre 2012 » In Sproloquio » Tag: » 2 Commenti

Ho voglia di cancellare tutto. Voglio restare bianco, piatto, completamente vuoto. Niente passato né futuro. Fino a limare l’ultimo secondo prima e dopo il presente. Arrivato a quel confine impercettibile che circonda quello che chiamiamo “adesso”, aggredire anche quello. Bucare la pellicola che lo riveste per farne uscire l’aria. Svuotare tutto. Trasformare l’esistenza in un film che vedo e non vivo, farne un film muto, poi in bianco e nero, fino ad arrivare alla pellicola e realizzare la sua divisione in immagini ferme. Distruggere il movimento che rende le cose vive, vedere che l’attimo, e dopo di lui il prossimo e quello dopo ancora, scivola come sabbia nella mano e finalmente sparisce.

(Nessuno Stefano è stato maltrattato durante la scrittura di questo post.)

Perché me lo merito?

» 25 novembre 2012 » In Sproloquio » Tag: , » Commenta per primo!

Fiaba sporca

Confesso il motivo per cui non mi sento in colpa a passare tre settimane (forse di più) a Londra. Perché prima di partire ho fatto le nottate per mettere Fiaba sporca su Amazon. È una storia ben digerita, se così si può dire. È ora che cammini da sola e che raccolga insulti e complimenti. L’ho impaginato con così tanta cura che sono impazzito e ho deciso di metterlo anche su iTunes credendo che fosse una passeggiata: invece ho passato gli ultimi giorni (e notti) a sudare sul Mac di un amico. E ora c’è. Fiaba sporca è su iBookstore. Ce l’ho fatta, ho fatto la borsa e sono salito sull’aereo.

Poi, tipo dieci giorni dopo, mi rendo conto che sono fuggito e non ho ancora scritto nulla al riguardo, che mi godo Londra e che il libro è là da solo. Non ho lasciato neanche qualche riga online. Be’, eccole, ora che sono qui davanti, posso anche rimettermi a camminare.

Pagina 6 di 191...567...10...19