Circa Stefano Besi

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora Stefano Besi ha creato 45 post nel blog.

Aspettando da cinque minuti Godot

Guardo l'orologio aspettando Godot Non è nemmeno così simpatico Godot Chi l'ha avvertito Godot? Mando un messaggio a Godot Credevo di aver visto Godot Ma non è che sta aspettando in un altro posto Godot? Controllo il messaggio dell'appuntamento con Godot Si sarà dimenticato, Godot? Stai a vedere che si è addormentato Godot A che [...]

Bestie #2

C’è sempre qualcosa di bestiale in una folla. Il suo movimento è liquido, ma la reazione, il modo in cui contrasta ogni ostacolo, è simile a quanto vediamo in un animale. Schiacciati all’interno della metropolitana la nostra libertà sparisce, si riduce alla percezione delle persone che abbiamo intorno. Poi il branco sale sul vagone e [...]

Parole e musica

Per la prima serata pubblica de I racconti della Sovrappopolazione abbiamo pensato a un esperimento: una presentazione di un libro che del libro quasi si dimentica, per regalare ai partecipanti una storia e uno spettacolo. Volete sapere dove e come? Parole e musica Oppure visitate la pagina Facebook dell'evento

Nuvole

[a Claudia] Capita raramente di riuscire a vedere l'attimo in cui una nuvola nasce. Eppure esiste, ve lo giuro: c'è un istante in cui dal nulla compare una punta di bianco sopra l'azzurro e questo bianco minuscolo cresce fino a diventare una nuvola immensa nel cielo. Le nuvole fanno una vita [...]

L’Arena e I racconti della Sovrappopolazione sono usciti!

L'Arena è finalmente disponibile per la lettura e insieme alla nuova storia anche una sorpresa: I racconti della Sovrappopolazione, la raccolta che include L'Orfanotrofio, Le Mura, Il Palazzo e ovviamente l'ultimo arrivato, L'Arena. In edizione digitale ma soprattutto in edizione cartacea! L'Arena: Ogni settimana nell’Arena si svolge il Rito, una cerimonia che celebra [...]

Il sole, la pizza e i perché

Vorrei che i protagonisti dei film precipitassero tutte le volte che saltano da un palazzo all'altro. Quindici piani di caduta libera per finire spiaccicati sull'asfalto come una pizza. Sarebbe decisamente più istruttivo. (E se proprio non si può ogni volta, che succeda, almeno, ogni tanto.) Il fatto è che loro sanno esattamente dove mettere [...]